La Storia Bonavoglia

La nostra storia comincia tanto tempo fa, precisamente nel 1862, quando il 15 gennaio, nella bellisisma città di Bitonto, viene al mondo un piccolo grande uomo, Pasquale Bonavoglia, il mio trisavolo.

Insofferente all’educazione convenzionale, sin da giovane concepisce il suo progetto ‘proto’ imprenditoriale che cresce, nella sua mente, man mano che acquisisce competenze professionali, studiando e sperimentando, con intelligenza e passione, i segreti del mestiere.

Dopo un soggiorno nella suggestiva Costantinopoli, dove lavora in un mulino, Pasquale fa ritorno a casa e mette in atto un progetto all’avanguardia per un Sud ancora molto restío al nuovo.

Pasquale è caparbio, è in gamba, e realizzerà il suo sogno. Comincia a progettare mulini superando anche la calamità di un terremoto che vanifica mesi e mesi di lavoro; si lancia in una disperata ricerca di acqua, che alla fine verrà premiata, nella sua ‘siticulosa Apulia’, per usare le parole di Orazio; riesce a percepire degli investimenti privati grazie alla sua capacità imprenditoriale e affidabilità. Infine, supera le strettoie di una cieca burocrazia e così, la tenace fedeltà al suo progetto, farà dell’intraprendente Pasquale il saggio ‘manager’ di una serie di attività imprenditoriali legate alla lavorazione della farina e alla produzione dei suoi derivati.

Darà lavoro a molti capaci compaesani, dirigerà le aziende con occhio sempre attento all’innovazione e finanche, in anticipo sui tempi, alle norme igieniche, attuando una gestione moderna ed efficiente della sua impresa e garantendo una produzione d’eccellenza, tanto che l’importanza della sua attività industriale, era già stata riconosciuta con la nomina a Cavaliere del lavoro il 5 gennaio 1911.

Siamo felici di ricominciare a scrivere questa bella storia, di cui con orgoglio prendiamo il testimone con la promessa di mantenere intatto lo spirito che ha animato l’impresa Bonavoglia sin dall’inizio.

La promessa di integrità e gioioso impegno per il futuro si esplica nel nostro logo, che riprende fedelmente lo storico marchio del nostro antenato, ammodernato solo nella resa grafica e vivificato dall’entusiasmo con cui cogliamo questa sfida, quasi una missione.

Chi Siamo noi Oggi.

Ci siamo rimessi su un cammino già disegnato da chi ci ha preceduto, abbiamo cercato di ritrovare le tracce della genuina e più autentica tradizione gastronomica pugliese. La nostra ricerca non è stata condotta ‘a tavolino’ ma ci siamo letteralmente messi in marcia: siamo andati nei paesi, nei borghi e nelle contrade e ci siamo fatti indicare sul posto, le persone e i luoghi dove ritrovare l’eccellenza che stavamo (ri)cercando, che ci è tanto familiare. Al di là della motivazione imprenditoriale, siamo lieti, prima di tutto, di farci ambasciatori dei gusti della nostra terra. È una nostra inclinazione naturale; durante i lunghi periodi di lavoro all’estero, siamo sempre stati felici di condividere con gli amici stranieri i prodotti pugliesi. Per noi oggi è un sogno, fare della promozione dei sapori di casa un mestiere.